Blog - MTF Business Solutions SA

10 punti di forza di un sistema ERP per PMI

06/05/20 18.30 / Da MTF Business Solutions

Anche le piccole e le medie imprese devono far fronte a grandi complessità gestionali durante la quotidianità: il rapporto con i clienti, la gestione finanziaria, il monitoraggio della produttività, il flusso di contabilità, le vendite, gli acquisti, la supply chain e così via rappresentano altrettante occasioni di dispersione delle energie aziendali. Le risorse impiegate su questi fronti, se non gestite in maniera coordinata e integrata, finiscono infatti con l’essere sottratte all’attività principale: il business.

Per una organizzazione aziendale razionale, semplice ed efficace è ormai indispensabile per le PMI affidarsi a un software ERP che, grazie all’ottimizzazione di tutti i processi, restituisca loro una visione completa dei flussi operativi. Ciò avviene perché tutte le funzioni sono integrate in un’unica piattaforma. Una comodità che permette di acquisire una maggiore comprensione del proprio business in modo da potere, all’occorrenza, agire tempestivamente e prendere decisioni importanti.



Poiché ogni realtà aziendale è diversa, un sistema ERP, se ben progettato, oltre a risultare accessibile in ogni momento e con qualsiasi tipo di dispositivo mobile, mette a disposizione una soluzione completa, modulare e flessibile, offrendo così a ogni singola azienda la possibilità di avere un sistema calibrato sulle proprie esigenze e al tempo stesso in grado di svilupparsi di pari passo con l’aumentare del volume d’affari e con la crescita dell’impresa.

In generale, i vantaggi che offre a un’azienda un software ERP evoluto possono essere raggruppati in 10 grandi punti di forza:

1. Affidabilità – Il giusto ERP migliora la reputazione aziendale agli occhi di clienti e fornitori, dato che consente una maggiore sicurezza di gestione del flusso dei dati, sia a livello interno sia a livello di scambio con l’esterno. Inoltre la migliore efficienza di performance, la riduzione di imprecisioni ed errori e la puntualità nelle operazioni contribuiscono non solo a snellire i processi dell’azienda, ma anche a ottimizzarne l’affidabilità.

2. Completezza – Il corretto ERP consente di avere una visione complessiva ed esaustiva dei processi aziendali grazie all’integrazione tra gestione clienti, contabilità e finanza, vendite, acquisti e controllo magazzino, pianificazione della produzione, analisi dei dati e relativo reporting. In questo modo è possibile evitare anche la ridondanza dei dati, riducendo gli errori e incrementando l’efficienza di sistema.

3. Integrabilità con altri software – Con l’affermarsi sempre maggiore della digitalizzazione, gli ERP più evoluti possono essere integrati con altri software verticali come quello di gestione documentale o il CRM per la gestione della clientela, oltre a soluzioni specifiche per i vari settori, come quello produttivo. Anche per i negozi, sia fisici che online, un ERP avanzato rappresenta un potente alleato: nel caso dell’e-commerce, integrandosi con la piattaforma tramite un apposito connettore consente l’accesso alle anagrafiche (clienti e articoli) e ai dati transazionali (cataloghi, disponibilità, promozioni, ordini, pagamenti, spedizioni, fatturazione, ecc.), aggiornandoli in modo bidirezionale; nel caso di un punto vendita fisico agisce grazie all’interfaccia punto cassa, che supporta il collegamento con il registratore di cassa e con il lettore di codici a barre e con cui si possono generare codici a barre ed etichette. In entrambi i casi, i migliori software offrono anche la possibilità di utilizzare un device mobile come un tablet iPad/Android per l’approvvigionamento delle scorte e la gestione da remoto.

4. Automazione e ottimizzazione dei processi – Rendendo automatici i processi si liberano le risorse umane da numerose incombenze che sottraggono tempo ad attività ben più produttive. La gestione del processo contabile, del magazzino, delle spedizioni e così via sono tutte mansioni che in un sistema analogico vengono notevolmente rallentate dall’operazione di inserimento manuale dei dati nel sistema. Digitalizzando documenti e processi, invece, diventa possibile sfruttare al meglio l’ERP per la generazione automatica dei dati aziendali. Questo porta ulteriori vantaggi a cascata, come l’ottimizzazione dei flussi informativi con workflow sempre accessibili e rintracciabili o come il coordinamento interno del personale. Anche il rischio di errori e di ritardi è ridotto al minimo, minimizzando i costi.

5. Analisi in tempo reale dei dati - Ogni dato aziendale utile viene archiviato in tempo reale dal software ERP e reso accessibile agli utenti autorizzati. Attraverso questi report si possono ricavare statistiche, diagrammi e previsioni. Tutto ciò si traduce in opportunità per ottenere la maggior riduzione del tasso di rischio e per elaborare le più corrette strategie aziendali, forti di un supporto decisionale basato sui fatti e su proiezioni matematiche esatte.

6. Adattabilità – I migliori software ERP sono strutturati in pacchetti modulari e ciò permette a un’azienda di usufruire in un primo momento solo delle configurazioni indispensabili per poi arricchirle nel tempo mano a mano che l’impresa cresce. Ciò rappresenta un risparmio sia in termini di costi, sia in termini di tempistiche di implementazione, tutoring e apprendimento di utilizzo a tutto vantaggio dell’operatività. A questo si aggiunge, nei gestionali più evoluti, la capacità di dialogare con altri software, indipendentemente dai fornitori d’origine.

7. Logistica e produzione – Rapporti velocizzati con i fornitori, movimentazione delle merci accelerata e costantemente monitorata, gestione del magazzino razionale e stabilita secondo strategie ad hoc: questi sono solo alcuni dei vantaggi ottenibili da un ERP evoluto. In più, il software comprende anche un tracciamento digitale dei trasporti e persino dei singoli lotti. Riguardo alle merci, fornisce dati circa la giacenza, gli ordini e la produzione, calcolando l’entità della scorta minima, l’indice di rotazione e molto altro ancora.

8. Innovazione ed evoluzione – L’adozione di un software ERP strutturato secondo le più recenti innovazioni informatiche e tecnologiche permette all’azienda di restare al passo con i propri competitor migliorando al contempo le proprie prestazioni e la propria posizione sul mercato. Le conseguenze virtuose diventano immediatamente apprezzabili in termini di efficienza e di business.

9. Personalizzazione – I migliori ERP evoluti offrono un alto grado di personalizzazione in base alle specifiche necessità della singola azienda. Questo comprende la possibile aggiunta di funzionalità, di campi e di integrazioni con altri software e permette di avere un gestionale realmente customizzato su misura e quindi capace di rispondere a ogni singola necessità.

10. Aggiornamenti e assistenza – Al fine di garantire il funzionamento ottimale dell’ERP è necessario che il gestionale sia mantenuto costantemente aggiornato dalla casa madre e che il software provider (meglio se locale in modo che parli la stessa lingua dell’utente e possa intervenire in tempi rapidi) assicuri un servizio di help desk continuativo nel tempo. Tramite gli upgrade e le release, oltre a eliminare eventuali bug è possibile rispettare sempre le più recenti normative vigenti, anche a livello internazionale, nonché adeguare il sistema alle disposizioni in materia fiscale e patrimoniale.

In conclusione appare evidente come un software ERP evoluto non sia semplicemente un semplice strumento espanso, bensì un valido e potente alleato informatico in grado di fare davvero la differenza in ogni ambito gestionale.

 

Se desideri ulteriori consigli su come orientarti nella scelta di un software ERP che sia ideale per la tua azienda, contattaci: siamo a tua completa disposizione per aiutarti.

Topics: SAP Business One